Dott. Sergio De Salvatore

SERGIO
DE SALVATORE

Ortopedia e Traumatologia

Dott. Sergio De Salvatore
SERGIO
DE SALVATORE
Ortopedia e Traumatologia

Chirurgia vertebrale

DI COSA SI OCCUPA UNO SPECIALISTA IN CHIRURGIA VERTEBRALE

Uno specialista in chirurgia vertebrale è un medico che si occupa della diagnosi e del trattamento delle malattie e dei disturbi della colonna vertebrale. La chirurgia vertebrale è una specialità medica altamente settorializzata che richiede una formazione approfondita e una vasta esperienza nel trattamento dei problemi della colonna vertebrale.

LA COLONNA VERTEBRALE

La colonna vertebrale è costituita da una serie di ossa chiamate vertebre che sono interconnesse da articolazioni e legamenti. La colonna vertebrale è fondamentale per la stabilità del corpo e il movimento, e protegge il midollo spinale, che è una parte del sistema nervoso centrale.

STRUTTURA DELLA COLONNA VERTEBRALE

La colonna vertebrale è composta da 33 vertebre che sono divise in cinque regioni: cervicale, toracica, lombare, sacrale e coccigea.

REGIONE CERVICALE

La regione cervicale è composta da sette vertebre e si trova nella parte superiore della colonna vertebrale. Queste vertebre supportano il peso del cranio e consentono la rotazione e l’inclinazione del collo.

REGIONE TORACICA

La regione toracica è composta da 12 vertebre e si trova nella parte centrale della colonna vertebrale. Queste vertebre sono collegate alle coste e proteggono gli organi vitali come il cuore e i polmoni.

REGIONE LOMBARE

La regione lombare è composta da cinque vertebre e si trova nella parte inferiore della colonna vertebrale. Queste vertebre supportano la maggior parte del peso del corpo e sono spesso soggette a problemi come l’ernia del disco.

REGIONE SACRALE

La regione sacrale è composta da cinque vertebre fuse insieme che si trovano nella parte bassa della colonna vertebrale. Queste vertebre si uniscono alle ossa del bacino.

REGIONE COCCIGEA

La regione coccigea è composta da quattro vertebre fuse insieme che si trovano nella parte inferiore della colonna vertebrale. Queste vertebre sono anche conosciute come coda.

FUNZIONI DELLA COLONNA VERTEBRALE

La colonna vertebrale ha diverse funzioni importanti, tra cui:

  • Protegge il midollo spinale: la colonna vertebrale protegge il midollo spinale, che è una parte del sistema nervoso centrale.
  • Supporta il peso del corpo: la colonna vertebrale supporta il peso del corpo e aiuta a distribuirlo in modo uniforme.
  • Consente il movimento: la colonna vertebrale consente il movimento del corpo, inclusa la flessione, l’estensione, la rotazione e l’inclinazione.
  • Fornisce sostegno per la testa: la colonna vertebrale sostiene la testa e il collo, consentendo il movimento e la flessibilità.

COSA FA UNO SPECIALISTA IN CHIRURGIA VERTEBRALE

Uno specialista in chirurgia vertebrale si occupa della diagnosi e del trattamento delle malattie e dei disturbi della colonna vertebrale. Questi medici hanno una vasta esperienza nel trattamento dei problemi della colonna vertebrale, compresi problemi come l’ernia del disco, la stenosi spinale e la scoliosi.

DIAGNOSI

La diagnosi delle malattie della colonna vertebrale richiede una valutazione approfondita del paziente, compresi esami fisici, radiografie, tomografie computerizzate e risonanze magnetiche. Uno specialista in chirurgia vertebrale utilizzerà questi strumenti diagnostici per determinare la causa dei sintomi del paziente e pianificare un trattamento adeguato.

TRATTAMENTO

Lo scopo del trattamento delle malattie della colonna vertebrale è quello di alleviare il dolore, ripristinare la funzione e prevenire ulteriori danni alla colonna vertebrale. Uno specialista in chirurgia vertebrale utilizzerà una varietà di tecniche chirurgiche e non chirurgiche per trattare i problemi della colonna vertebrale.

TRATTAMENTI NON CHIRURGICI

I trattamenti non chirurgici per le malattie della colonna vertebrale possono includere:

  • Farmaci: farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), oppioidi, anticonvulsivanti e antidepressivi possono essere utilizzati per alleviare il dolore.
  • Terapia fisica: la terapia fisica può aiutare a rafforzare i muscoli della schiena e migliorare la flessibilità.
  • Iniezioni: le iniezioni di steroidi o anestetici possono essere utilizzate per ridurre l’infiammazione e alleviare il dolore.
  • Apparecchi ortopedici: apparecchi ortopedici come corsetti o tutori possono essere utilizzati per fornire supporto alla colonna vertebrale e alleviare il dolore.

TRATTAMENTI CHIRURGICI

I trattamenti chirurgici per le malattie della colonna vertebrale possono includere:

Discectomia: la discectomia è un intervento chirurgico che consiste nella rimozione di una parte del disco intervertebrale che preme su una radice nervosao.

  • Fusione spinale: la fusione spinale è un intervento chirurgico che fonde due o più vertebre della colonna vertebrale insieme per migliorare la stabilità e alleviare il dolore.
  • Laminectomia: la laminectomia è un intervento chirurgico che consiste nella rimozione di una porzione dell’arco vertebrale per alleviare la pressione sulla spina dorsale. 
  • Vertebroplastica e cifoplastica: questi interventi chirurgici sono utilizzati per trattare le fratture vertebrali causate da osteoporosi o altre malattie ossee. Durante la vertebroplastica, viene iniettato del cemento osseo nella vertebra per riparare la frattura. Durante la cifoplastica, viene utilizzato un palloncino per riportare la vertebra nella sua posizione corretta, e poi viene iniettato il cemento osseo.
  • Chirurgia spinale robotica: la chirurgia spinale robotica utilizza robot chirurgici per aiutare lo specialista in chirurgia vertebrale a effettuare interventi chirurgici precisi e minimamente invasivi sulla colonna vertebrale.

QUALIFICHE E FORMAZIONE

Uno specialista in chirurgia vertebrale deve essere un medico altamente qualificato con una formazione specializzata nella diagnosi e nel trattamento delle malattie della colonna vertebrale. Un chirurgo vertebrale può essere specializzato in ortopedia o in neurochirurgia.

COMPETENZE E ABILITÀ

Uno specialista in chirurgia vertebrale deve avere una vasta conoscenza della colonna vertebrale, delle sue malattie e dei suoi disturbi. Devono essere in grado di eseguire procedure chirurgiche complesse con sicurezza e precisione, e devono essere in grado di prendere decisioni rapide e ben ponderate in situazioni di emergenza. Inoltre, devono avere buone capacità di comunicazione per comunicare in modo efficace con i pazienti e con altri professionisti medici.

RUOLO NEL SISTEMA SANITARIO

Gli specialisti in chirurgia vertebrale lavorano in ospedali e cliniche e possono anche lavorare in studi medici privati. Spesso lavorano in team con altri medici e professionisti sanitari, come fisioterapisti, ortopedici e radiologi. Il loro ruolo principale è quello di diagnosticare e trattare le malattie e i disturbi della colonna vertebrale, ma possono anche svolgere attività di ricerca e insegnamento.

CONCLUSIONE

In sintesi, uno specialista in chirurgia vertebrale è un medico altamente qualificato che si occupa della diagnosi e del trattamento delle malattie e dei disturbi della colonna vertebrale. Questi medici utilizzano una vasta gamma di tecniche chirurgiche e non chirurgiche per alleviare il dolore, ripristinare la funzione e prevenire ulteriori danni alla colonna vertebrale. Gli specialisti in chirurgia vertebrale hanno una formazione e competenze specializzate, e lavorano spesso in team con altri professionisti medici per fornire il miglior trattamento possibile ai loro pazienti.

LOMBALGIA
La lombalgia è un termine generico per indicare il dolore alla zona lombare della schiena. La lombalgia può avere cause diverse, tra cui la malattia degenerativa delle articolazioni vertebrali, l’ernia del disco, la stenosi del canale vertebrale, la spondilolistesi e altre patologie. I sintomi della lombalgia possono includere dolore alla schiena, rigidità e difficoltà a muoversi. In alcuni casi, il dolore può irradiarsi verso le gambe, causando formicolio o debolezza. La diagnosi di lombalgia viene solitamente effettuata attraverso una valutazione fisica e radiografica. E’ opportuno però eseguire esami radiografici solo dopo aver effettuato una visita, per evitare spese ed esposizioni a radiazioni inutili. Il trattamento della lombalgia dipende dalla causa del dolore e dalla risposta del paziente alle terapie conservative. Queste terapie possono includere il riposo, l’esercizio fisico, la terapia fisica e l’uso di farmaci per il dolore. In alcuni casi, può essere necessario l’intervento chirurgico per trattare la condizione sottostante che causa la lombalgia. Se hai i sintomi della lombalgia, è importante consultare un medico il prima possibile. Ricorda che trattare la lombalgia in modo tempestivo può aiutare a prevenire ulteriori danni alla colonna vertebrale e a ridurre il rischio di complicanze.

IPERCIFOSI

L’ipercifosi toracica è una condizione in cui la colonna vertebrale ha una curvatura anormale nella zona toracica. Questo può causare una deformità del torace e può interferire con la funzione polmonare e cardiaca. L’ipercifosi toracica può verificarsi a qualsiasi età. Negli adolescenti può verificarsi e rappresentare la conseguenza di una malattia chiamata Morbo di Scheuermann. Negli adulti, invece, può essere dovuta a fratture vertebrali o essere la conseguenza dei cambiamenti degenerativi della colonna toracica. I sintomi dell’ipercifosi toracica possono includere dolore alla schiena, difficoltà a respirare e affaticamento. La diagnosi di ipercifosi toracica viene solitamente effettuata attraverso una valutazione fisica e l’utilizzo di radiografie per misurare l’angolo di curvatura della colonna vertebrale. Il trattamento dell’ipercifosi toracica dipende dalla gravità della curvatura e dall’età del paziente. Nei casi lievi, il trattamento può includere esercizi di stretching e di rafforzamento, terapia fisica e l’utilizzo di un corsetto per sostenere la schiena. Nei casi più gravi, può essere necessario l’intervento chirurgico per correggere la colonna vertebrale.

Se sospetti di avere un’ipercifosi toracica o se hai un bambino che mostra segni di questa condizione, è importante consultare un medico il prima possibile. Il tuo medico sarà in grado di valutare la tua condizione e consigliarti il trattamento più adeguato. Ricorda che trattare l’ipercifosi toracica in modo tempestivo può aiutare a prevenire ulteriori danni alla colonna vertebrale e a ridurre il rischio di complicanze

CERVICALGIA
La cervicalgia è un termine generico per indicare il dolore al collo. La cervicalgia può avere cause diverse, tra cui la malattia degenerativa delle articolazioni vertebrali, l’ernia del disco, la stenosi del canale vertebrale e altre condizioni. I sintomi della cervicalgia possono includere dolore al collo, rigidità e difficoltà a muoversi. In alcuni casi, il dolore può irradiarsi verso le braccia, causando formicolio o debolezza. La diagnosi di cervicalgia viene solitamente effettuata attraverso una visita medica, esami neurologici e radiografici. Il trattamento della cervicalgia dipende dalla causa del dolore e dalla risposta del paziente alle terapie conservative. Queste terapie possono includere il riposo, l’esercizio fisico, la fisioterapia e l’uso di farmaci per il dolore. In alcuni casi, può essere necessario l’intervento chirurgico per trattare la condizione sottostante che causa la cervicalgia. Ricorda che trattare la cervicalgia in modo tempestivo può aiutare a prevenire ulteriori danni alla colonna vertebrale e a ridurre il rischio di complicanze.
ERNIA DEL DISCO
L’ernia del disco è una condizione in cui il contenuto del disco intervertebrale (la struttura che agisce da cuscinetto tra le vertebre della colonna vertebrale) fuoriesce dalla sua posizione normale. Questo può causare dolore, debolezza e formicolio lungo la schiena, le gambe o le braccia, a seconda della posizione del disco erniato. Ci sono diversi fattori che possono contribuire allo sviluppo di un’ernia del disco, tra cui l’età, l’obesità, il sollevamento di pesi in modo scorretto e uno stile di vita sedentario. In alcuni casi, un’ernia del disco può verificarsi a seguito di un trauma alla colonna vertebrale, come un incidente d’auto. La maggior parte delle ernie del disco può essere trattata con terapie conservative, come il riposo, l’applicazione di calore o ghiaccio, l’esercizio fisico e la terapia fisica. Tuttavia, in alcuni casi può essere necessario l’intervento chirurgico per rimuovere il tessuto erniato e alleviare il dolore e i sintomi. Se hai i sintomi di un’ernia del disco, è importante consultare un medico il prima possibile. Ricorda che trattare un’ernia del disco in modo tempestivo può aiutare a prevenire ulteriori danni alla colonna vertebrale e a ridurre il rischio di complicanze.
DISCOPATIA DEGENERATIVA
La discopatia degenerativa è una condizione che colpisce i dischi intervertebrali. I dischi intervertebrali sono strutture fibrocartilaginee che agiscono da cuscinetti tra le vertebre e forniscono stabilità e supporto alla colonna vertebrale. La discopatia degenerativa si verifica quando i dischi intervertebrali iniziano a perdere la loro elasticità e la loro capacità di assorbire gli urti. Questo può causare il loro assottigliamento e l’aumento del rischio di lesioni e di artrosi. La discopatia degenerativa è più comune negli anziani, ma può verificarsi a qualsiasi età a seguito di traumi o di altri fattori di rischio. I sintomi della discopatia degenerativa possono includere dolore alla schiena, rigidità e difficoltà a muoversi. In alcuni casi, il dolore può irradiarsi verso le gambe o le braccia, causando formicolio o debolezza. La diagnosi di discopatia degenerativa viene solitamente effettuata attraverso una valutazione fisica, esami del sangue e immagini diagnostiche come la risonanza magnetica. Il trattamento della discopatia degenerativa può includere terapie conservative come il riposo, l’esercizio fisico, la fisioterapia e l’uso di farmaci per il dolore. In alcuni casi, può essere necessario l’intervento chirurgico per riparare o sostituire il disco danneggiato. Se hai i sintomi della discopatia degenerativa, è importante consultare un medico il prima possibile. Il tuo medico sarà in grado di formulare un piano di trattamento personalizzato per aiutarti a gestire i sintomi e a prevenire ulteriori danni ai tuoi dischi intervertebrali.
SCOLIOSI
La scoliosi è una condizione che causa una curvatura laterale della colonna vertebrale. La scoliosi può verificarsi in qualsiasi fase della vita, ma è più comune nei bambini e negli adolescenti in crescita. La maggior parte delle volte, la causa della scoliosi non è nota e viene considerata idiopatica. Tuttavia, in alcuni casi può essere causata da malattie neurologiche o genetiche. La scoliosi può essere leggera o grave e può causare dolore alla schiena, disabilità o deformità del torace. In alcuni casi, può interferire con la funzione polmonare e cardiaca. La diagnosi di scoliosi viene solitamente effettuata attraverso una valutazione fisica e l’utilizzo di raggi X per misurare l’angolo di curvatura della colonna vertebrale. Nel paziente anziano la scoliosi può essere dovuta ai cambiamenti degenerativi della colonna vertebrale e alla conseguente artrosi. Queste condizioni possono portare a dolori a livello della colonna vertebrale o irradiati agli arti inferiori, con sensazioni di formicolii e difficoltà a camminare. Il trattamento della scoliosi dipende dalla gravità della curvatura e dall’età del paziente. Nei casi lievi, il trattamento può includere esercizi di stretching e di rafforzamento, terapia fisica e l’utilizzo di un corsetto per sostenere la schiena. Nei casi più gravi, può essere necessario l’intervento chirurgico per correggere la deformità della colonna vertebrale. Se sospetti di avere una scoliosi o se hai un bambino che mostra segni di questa condizione, è importante consultare un medico il prima possibile. Ricorda che trattare la scoliosi in modo tempestivo può aiutare a prevenire ulteriori danni alla colonna vertebrale e a ridurre il rischio di complicanze.
STENOSI DEL CANALE VERTEBRALE
La stenosi del canale vertebrale è una condizione in cui il canale vertebrale si restringe, causando compressione del midollo spinale. La stenosi del canale vertebrale può causare dolore alla schiena, debolezza e formicolio lungo le gambe e può interferire con la capacità di camminare o di mantenere l’equilibrio. Questa patologie e è più comune negli anziani, ma può verificarsi a qualsiasi età a seguito di traumi, malattie degenerative della colonna vertebrale o malformazioni congenite. La diagnosi di stenosi del canale vertebrale viene solitamente effettuata attraverso una valutazione fisica, esami neurologici ed immagini diagnostiche come radiografie, risonanza magnetica o TAC. Il trattamento della stenosi del canale vertebrale dipende dalla gravità dei sintomi e dalla loro risposta alle terapie conservative. Queste terapie possono includere il riposo, l’esercizio fisico, la terapia fisica e l’uso di farmaci per il dolore. In alcuni casi, può essere necessario l’intervento chirurgico per ridurre la pressione sul midollo spinale, alleviare i sintomi e soprattutto evitarne la progressione. Se hai i sintomi della stenosi del canale vertebrale, è importante consultare un medico il prima possibile. Ricorda che trattare la stenosi del canale vertebrale in modo tempestivo può aiutare a prevenire ulteriori danni al midollo spinale e a ridurre il rischio di complicanze.
SPONDILOLISTESI
La spondilolistesi è una condizione in cui una vertebra scivola in avanti rispetto alla vertebra sottostante. Questo può causare dolore alla schiena, rigidità e difficoltà a muoversi. La spondilolistesi può verificarsi a qualsiasi età, ma è più comune negli atleti che praticano sport che richiedono movimenti ripetitivi o sollevamento di pesi pesanti. Inoltre, la spodilolistesi su base degenerativa, dovuta all’invecchiamento, è più comune negli adulti e negli anziani. Ci sono diversi tipi di spondilolistesi, a seconda della causa e della posizione della vertebra scivolata. La spondilolistesi può essere causata da traumi, malattie degenerative della colonna vertebrale o malformazioni congenite. La diagnosi di spondilolistesi viene solitamente effettuata attraverso una valutazione fisica e con immagini diagnostiche come radiografie, risonanza magnetica e TAC. Il trattamento della spondilolistesi dipende dalla gravità della vertebra scivolata e dalla risposta del paziente alle terapie conservative. Queste terapie possono includere il riposo, l’esercizio fisico, la fisioterapia e l’uso di farmaci per il dolore. In alcuni casi, può essere necessario l’intervento chirurgico per ripristinare la posizione originale della vertebra scivolata o per impedire l’ulteriore progressione della malattia. Se hai i sintomi della spondilolistesi, è importante consultare un medico il prima possibile. Ricorda che trattare la spondilolistesi in modo tempestivo può aiutare a prevenire ulteriori danni alla colonna vertebrale e a ridurre il rischio di complicanze.
Sergio De Salvatore - MioDottore.it
Dott. Sergio De Salvatore
Roma
Prenota appuntamento

Dove lavoro

Visito in diversi centri specialistici in Italia, trova quello più vicino a te

ROMA

Studio Radiologico Casalotti

Via della Cellulosa, 23/25, 00166 Roma RM

06 6156 0852

ROMA

Fisio Point

Via del Casaletto, 293/297, 00151 Roma RM

06 5823 3547

ROMA

AMBULATORIO CASTAGNO

VIA ANDREA DEL CASTAGNO, 44 RETRO, 00142 ROMA RM

+39 324.1500229

LECCE

CENTRO MEDICO CERBA HEALTHCARE / PIGNATELLI

Via Don Bosco 45, 73100, LECCE

0832 1598044

Se hai necessità di inviarmi dei file (referti, immagini radiografiche, risonanze, etc.), clicca sul pulsante qui sotto. Ricorda che in caso di immagini radiografiche è sempre meglio inviare tutto il contenuto del dischetto.

Sergio De Salvatore - MioDottore.it